GIBAS - Fabbrica Artigiana Lampadari
HOME » Cronaca » Ascoli sesta regione per il disavanzo sanitario.
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Nessun voto)
Loading ... Loading ...

Ascoli sesta regione per il disavanzo sanitario.


Warning: Creating default object from empty value in /www/htdocs/w00f7576/wp-content/plugins/post-image.php on line 23

BILANCIO ASL Ascoli sesta in regione per il disavanzoMaresca: «Le cause sono l’aumento dei servizi e gli investimenti ini macchinari»Le Asl della regione sono tutte in perdita di parecchi miliardi ognuna. Batte tutti nella graduatoria Ancona con un disavanzo di oltre 116 miliardi, seguita subito dopo da Fermo con un disavanzo di quasi 45 miliardi e da Jesi con quasi 44 miliardi. Nella nostra provincia è Fermo (Asl 11) a detenere il primato, seguita subito dopo da Ascoli (Asl 13) con un disavanzo di oltre 26 miliardi, che la colloca sesta nella graduatoria regionale, mentre San Benedetto (Asl 12) perde poco meno di 12 miliardi ed è l’ultima in graduatoria. «Non può essere fatta una lettura superficiale delle cifre – commenta il direttore generale della Asl 13 Mario Maresca -, né gli attuali bilanci economici finanziari possono avere un raffronto con quelli degli anni precedenti. Il nostro disavanzo dipende dal tipo di politica attuata che ha portato ad un aumento dei servizi e quindi a investimenti anche in nuovi macchinari. Posso già dire, in ogni modo che dai 26 miliardi e 378 milioni del 1999 scenderemo, quest’anno, a 20 miliardi. Fatta eccezione di Ancona, Fermo e Jesi, che presentano i disavanzi più alti, le altre Asl sono più o meno allineate, questo significa che alla base c’è un finanziamento delle aziende sanitarie che è sottostimato e non ci si chiede abbastanza perché le Asl citate spendano tanto. La spesa farmaceutica, ad esempio è una voce che subisce un incremento annuo di 7/8 miliardi e questo perché in Italia i farmaci hanno confezioni che superano le necessità del paziente e questo genera sperpero. Eppoi non appena circolano notizie su nuovi farmaci i pazienti corrono per avere quelli che sono stati pubblicizzati e la spesa semplicemente aumenta». Maresca passa a sottolineare la necessità di una distribuzione dei finanziamenti, dal Governo alle Regioni e quindi alle Asl, con un criterio diverso, che sia, cioè, maggiormente basato sui progetti d’investimento che ogni Asl fa. «Qui al Mazzoni – prosegue il direttore generale dell’Asl 13 – abbiamo fatto un grande lavoro, che ha dato dei risultati concreti e che hanno, come si suol dire, rigirato l’ospedale, dandogli un’attrattiva nuova e al passo ci tempi, si pensi alla digitalizzazione delle immagini e a tante altri investimenti che sono percepibili in ogni dipartimento. Abbiamo puntato sulla innovazione tecnologica e dovremmo fare ancora di più. Si pensi che un’impresa moderna in genere investe il 4% del proprio fatturato, noi come Asl non ci possiamo permettere neppure lo 0,4%. Ecco occorre distribuire somme secondo dei criteri oggettivi. In economia tutto riporta». R.Laz.

articolo visualizzato 569 volte
Inserito da Redazione Amandola.com il 12-10-2000

COMMENTI

Nessun commento all'articolo.

Lascia un commento

  • Anto: Tanto per rompere:- A Ennio. E’ rtivelao cic3b2 che i viventi percepiscono come bene...
  • natural health: Having read this I believed it was extremely informative. I appreciate you...
  • www.thefocc.com: Right here is the perfect website for anyone who wants to find out about this...
  • 5:2 Fast Formula Review: When some one searches for his necessary thing, so he/she wishes to be...
  • do diet patches work: I know this if off topic but I’m looking into starting my own blog...
  • セリーヌ ラゲージ: Magic toned diy and studs quality this bag. You will unearth raised logo discs inside...
  • buy instagram followers: When I originally commented I clicked the “Notify me when new...
  • short game instruction: I am sure this piece of writing has touched all the internet users, its...
  • Sim City 5 Key: Hello there, You’ve done an excellent job. I will certainly digg it and...
  • Caterina: Ho avuto l’onore di essere stata studentessa presso l’ospedale di Camerino...