GIBAS - Fabbrica Artigiana Lampadari
HOME » Cronaca » Appello Cgil ai sindaci dei Sibillini
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Nessun voto)
Loading ... Loading ...

Appello Cgil ai sindaci dei Sibillini


Warning: Creating default object from empty value in /www/htdocs/w00f7576/wp-content/plugins/post-image.php on line 23

Sanità, appello Cgil ai sindaci dei Sibillini «Il presidio ospedaliero di Amandola va riorganizzato tenendo conto dell’isolamento»AMANDOLA – Un dibattito che possa dare risposte al problema della salute, partendo dai bisogni della popolazione degli undici Comuni dell’area montana dei Sibillini. E’ quello di cui intende farsi promotore il coordinamento locale della Cgil.«Da diverso tempo – spiegano – assistiamo a una discussione sui problemi della sanità nel territorio della zona montana dei Sibillini. Tale dibattito ci sembra importante ma al tempo stesso insufficiente, alla luce dei cambiamenti che sono intervenuti nel frattempo». In particolare ci si riferisce all’introduzione del piano sanitario nazionale, di quello regionale, del distretto sanitario con un suo budget di spesa, come luogo di programmazione ed erogazione dei servizi sanitari, con l’obiettivo di dare risposte ai reali bisogni delle popolazioni del territorio. A questo proposito, la Cgil ritiene importante e urgente riunire, come primo atto, l’assemblea dei sindaci della zona montana e successivamente convocare la Conferenza del distretto, ritenendo quest’ultima lo strumento più adeguato per affrontare in sede di concertazione le problematiche legate alla salute nel territorio.Tra le proposte concrete, la Cgil ritiene che nel distretto sanitario vadano individuate tre linee di intervento. La prima riguarda la prevenzione, con particolare riferimento agli anziani, alle donne, all’infanzia, alle aree di disagio. La seconda riguarda invece il sistema distrettuale e i servizi per la salute, attraverso la creazione di uno sportello per la salute, al fine di facilitare l’accesso ai servizi sanitari, e attraverso l’assistenza domiciliare e il sistema di residenzialità. La terza linea d’intervento riguarda il presidio ospedaliero che va organizzato tenendo conto dell’area di isolamento come quella del territorio di Amandola, in linea con gli indirizzi di riequilibrio economico e sviluppo delle aree montane previste nel piano regionale di sviluppo, con particolare riferimento alle funzioni di emergenza e di urgenza.All’interno di questo tipo di strutturazione, la Cgil ritiene poi praticabile la sperimentazione dei progetti che interessano la telemedicina, ossia la messa in rete della struttura sanitaria con altri centri specializzati, e l’ospedale di comunità, una struttura residenziale non ospedaliera nella quale sperimentare percorsi assistenziali integrati, in cui il medico di medicina generale abbia in carico il paziente, sia in regime di assistenza domiciliare sia in quello residenziale nella struttura.

articolo visualizzato 754 volte
Inserito da Redazione Amandola.com il 30-07-2000

COMMENTI

Nessun commento all'articolo.

Lascia un commento

  • Anto: Tanto per rompere:- A Ennio. E’ rtivelao cic3b2 che i viventi percepiscono come bene...
  • natural health: Having read this I believed it was extremely informative. I appreciate you...
  • www.thefocc.com: Right here is the perfect website for anyone who wants to find out about this...
  • 5:2 Fast Formula Review: When some one searches for his necessary thing, so he/she wishes to be...
  • do diet patches work: I know this if off topic but I’m looking into starting my own blog...
  • セリーヌ ラゲージ: Magic toned diy and studs quality this bag. You will unearth raised logo discs inside...
  • buy instagram followers: When I originally commented I clicked the “Notify me when new...
  • short game instruction: I am sure this piece of writing has touched all the internet users, its...
  • Sim City 5 Key: Hello there, You’ve done an excellent job. I will certainly digg it and...
  • Caterina: Ho avuto l’onore di essere stata studentessa presso l’ospedale di Camerino...