GIBAS - Fabbrica Artigiana Lampadari
HOME » Cronaca » Amandola, il centro anti-ictus
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Nessun voto)
Loading ... Loading ...

Amandola, il centro anti-ictus


Warning: Creating default object from empty value in /www/htdocs/w00f7576/wp-content/plugins/post-image.php on line 23

SANITA’ LA ZONA DEI SIBILLINI SCELTA PER UN PROGETTO DI PREVENZIONE   di FABIO PACI” AMANDOLA ”LA ZONA DEI SIBILLINI che fa capo all’ospedale «Vittorio Emanuele II» di Amandola é stata inserita in un articolato programma per la prevenzione dell’ictus, che rappresenta una delle principali cause di morte ed invalidità  permanente anche nel territorio del Fermano e dell’Ascolano. A tal riguardo, é stato sottoscritto un protocollo d’intesa tra la Provincia e l’Azienda sanitaria di riferimento. L’accordo, raggiunto su forte impulso dell’assessore alle politiche sociali, la montegiorgese Licia Canigola, é stato firmato dal presidente della Provincia, Massimo Rossi. «L’obiettivo dell’accordo é mettere in rete gli interventi per rispondere in maniera coordinata ed efficace alle sollecitazioni che prevengono dal territorio ” ha dichiarato Rossi ”. Tutto cià in un’ottica di sussidiarietà  e di rispetto delle reciproche competenze e nel quadro di uno sviluppo locale che punta alla qualità  della vita in tutti ambiti compreso quello fondamentale della salute».«IL PROGETTO di prevenzione, già  avviato con successo l’anno scorso a San Benedetto, si completa con un’ulteriore importante fase in campo terapeutico ” ha spiegato l’assessore Canigola ”. Quest’ultimo aspetto rappresenta la specificità  di questo protocollo d’intesa: la Provincia concorrerà  infatti con un contributo economico di 12.000 euro alla sponsorizzazione di una borsa di studio annuale per un chirurgo vascolare che, nel presidio sanitario di Ascoli, seguirà  i pazienti nei trattamenti chirurgici per l’eliminazione di gravi stenosi carotidee, fattore di rischio per l’insorgenza di icuts con benefici per le famiglie che non dovranno andare incontro a disagi e spostamenti».«SU 152 SOGGETTI che abbiamo sotto ad attività  diagnostica di secondo livello grazie la progetto di prevenzione di ictus ” hanno affermato gli operatori sanitari ” abbiamo individuato quattro persone ad alto rischio che sono state indirizzate ad eseguire interventi chirurgici (tea o stent) che li salveranno dall’insorgenza della malattia. Questo protocollo d’intesa migliorerà  l’appropriatezza delle richieste per ecocolordoppler da parte dei medici di base. Da ricordare l’importanza di una campagna di sensibilizzazione di prevenzione primaria sui rischi di fumo, obesità , via sedentarie e scorretta alimentazione».L’iniziativa, varata con il contributo determinate della Provincia, avrà  un alto impatto sociale: evita infatti disagi e costi, sia per l’utenza che per il bilancio regionale, della mobilità  passiva dovuta alle esigenze sanitarie. Si punta ad arrivare a trattare nel territorio di riferimento oltre il 50% casi chirurgici di stenosi carotidea».  Resto del Carlino

articolo visualizzato 694 volte
Inserito da Redazione Amandola.com il 16-02-2007

COMMENTI

Nessun commento all'articolo.

Lascia un commento

  • Anto: Tanto per rompere:- A Ennio. E’ rtivelao cic3b2 che i viventi percepiscono come bene...
  • natural health: Having read this I believed it was extremely informative. I appreciate you...
  • www.thefocc.com: Right here is the perfect website for anyone who wants to find out about this...
  • 5:2 Fast Formula Review: When some one searches for his necessary thing, so he/she wishes to be...
  • do diet patches work: I know this if off topic but I’m looking into starting my own blog...
  • セリーヌ ラゲージ: Magic toned diy and studs quality this bag. You will unearth raised logo discs inside...
  • buy instagram followers: When I originally commented I clicked the “Notify me when new...
  • short game instruction: I am sure this piece of writing has touched all the internet users, its...
  • Sim City 5 Key: Hello there, You’ve done an excellent job. I will certainly digg it and...
  • Caterina: Ho avuto l’onore di essere stata studentessa presso l’ospedale di Camerino...