GIBAS - Fabbrica Artigiana Lampadari
HOME » Cronaca » A Novafeltria l’azienda sanitaria ha lavorato …
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Nessun voto)
Loading ... Loading ...

A Novafeltria l’azienda sanitaria ha lavorato …


Warning: Creating default object from empty value in /www/htdocs/w00f7576/wp-content/plugins/post-image.php on line 23

NOVAFELTRIA – A Novafeltria l’azienda sanitaria ha lavorato … NOVAFELTRIA – A Novafeltria l’azienda sanitaria ha lavorato per realizzare una casa del parto e su questa ipotesi sia il Comitato delle donne dell’Alta Val Marecchia, sia le forze politiche locali avevano trovato tale soluzione accettabile. E poichè anche «gli amministratori locali, sindaci e Comunità Montana, unanimemente convengono su tale soluzione», il consigliere regionale di Sinistra Demnocratica Cristina Cecchini ha presentato una interrogazione al presidente della giunta regionale per chiedere «di costruire la sperimentazione della casa del parto a Novafeltria senza ulteriore ritardo; di prevedere nel prossimo Piano materno infantile della Regione le risorse aggiuntive per finanziare tale sperimentazione; di diffondere l’esperienza alternativa della casa del parto in tutta la regione».- L’interrogazione è scaturita da una dichiarazione dell’assessore regionale alla Sanità Augusto Melappioni nel corso di una pubblica assemblea. L’amministratore nel presentare la riforma sanitaria approvata nel mese di luglio dal Consiglio Regionale delle Marche, aveva spiegato anche “che il punto nascita di Amandola è stato chiuso e nella stessa direzione si andrà per Novafeltria dove Ostetricia verrà chiusa”. «Tenuto conto – sottolinea il consigliere Cristina Cecchini – che il Piano Sanitario Regionale rimandava l’intera questione al Progetto Materno Infantile, la cui stesura era da definirsi entro sei mesi dalla stesura del Piano Sanitario “che fondato sulle linee del Piano materno infantile nazionale, prevedeva la chiusura dei punti nascita dei poli ospedalieri, salvo diverse altre soluzioni alternative al punto nascita”; tenuto conto che il Piano Sanitario è stato approvato il 4 luglio scorso, ma la stesura del Piano materno Infantile è ancora in alto mare in quanto i funzionari dietro richiesta formale, presentata ai sensi dell’art. 126 del Regolamento Interno del Consiglio Regionale inoltrata dalla sottoscritta nei mesi di maggio e reiterata nel mese di luglio, presentano esclusivamente un indice dei temi da elaborare e nessuna stesura informale, per questo chiedo l’intervento del presidente della giunta per costruire la sperimentazione della casa del parto a NOvafeltria e prevederne le risorse aggiuntive».

articolo visualizzato 660 volte
Inserito da Redazione Amandola.com il 09-09-2003

COMMENTI

Nessun commento all'articolo.

Lascia un commento

  • Anto: Tanto per rompere:- A Ennio. E’ rtivelao cic3b2 che i viventi percepiscono come bene...
  • natural health: Having read this I believed it was extremely informative. I appreciate you...
  • www.thefocc.com: Right here is the perfect website for anyone who wants to find out about this...
  • 5:2 Fast Formula Review: When some one searches for his necessary thing, so he/she wishes to be...
  • do diet patches work: I know this if off topic but I’m looking into starting my own blog...
  • セリーヌ ラゲージ: Magic toned diy and studs quality this bag. You will unearth raised logo discs inside...
  • buy instagram followers: When I originally commented I clicked the “Notify me when new...
  • short game instruction: I am sure this piece of writing has touched all the internet users, its...
  • Sim City 5 Key: Hello there, You’ve done an excellent job. I will certainly digg it and...
  • Caterina: Ho avuto l’onore di essere stata studentessa presso l’ospedale di Camerino...