GIBAS - Fabbrica Artigiana Lampadari
HOME » Cronaca » A caccia di fondi per la montagna
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Nessun voto)
Loading ... Loading ...

A caccia di fondi per la montagna


Warning: Creating default object from empty value in /www/htdocs/w00f7576/wp-content/plugins/post-image.php on line 23

In un convegno é stato ribadito che saranno facilitati per attingereai finanziamenti quei progetti capaci di integrare settori e territori Esperti a confronto ad Amandola su turismo, imprese e nuove tecnologie AMANDOLA “ Una montagna di risorse finanziarie sono disponibili nei nuovi Fondi Europei di durata quinquennale i cui bandi stanno per partire. Si apre una nuova era per questo genere di finanziamenti, con metodologie completamente diverse rispetto al passato. Un panorama generale, che riguarda anche le imprese montane, é stato fatto nel corso di un convegno tenutosi nell’Auditorium dei Sibillini della Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno, organizzato in collaborazione tra Comune di Amandola, Confindustria e Cna Fermo. I principi base per usufruire dei nuovi finanziamenti europei sono quelli dell’integrazione e dell’aggregazione. A rimarcarlo più volte é stata la dott.ssa Maria Poli, esperta del settore. Saranno facilitati per attingere ai finanziamenti quei progetti che integreranno settori e territori. Nella vecchia programmazione ogni impresa agiva in modo solitario, presentando i propri progetti per interventi specifici che riguardava solo l’azienda. Ora invece tutto cambia. Saranno premiati quei progetti che mettono insieme aziende ed attività , dello stesso comparto ma anche di settori diversi, magari unite dalle stesse peculiarità  del territorio. Quindi aggregazioni di piccole e medie imprese, associazioni, consorzi, enti locali e simili. Ma c’é anche la possibilità  di attingere, con lo stesso progetto, a più di un fondo come puà essere nel caso dell’Fse (Fondo Sociale Europeo) destinato alla formazione professionale e del Fesr (Fondo Europeo Sviluppo Regionale). Ma buone opportunità  ci sono anche per gli enti pubblici come ha ricordato la dott.ssa Gioia Corvaro, consulente specializzata in finanziamenti europei e pubblici. E’ stato spiegato che ogni Fondo é uno strumento finanziario contenitore di molteplici misure (assi) nei quali é possibile inserirsi a seconda di certi parametri. Ad esempio il Fesr é composto da 5 assi: il primo riguarda l’innovazione tecnologica, il secondo la società  della comunicazione e dell’informatica, il terzo l’energia ed il risparmio energetico, il quarto gli enti pubblici riguardo le infrastrutture, il quinto é rivolto sempre agli enti pubblici con particolare riferimento allo sviluppo economico territoriale, al turismo ed altro. E così il Fondo Sociale Europeo (Fse) destinato a tutti, o il Feasr (Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Regionale) rivolto al settore rurale. Ma la parola d’ordine rimane sempre la stessa: aggregarsi, fare squadra, mettersi insieme: privati, associazioni di categoria, enti pubblici. L’impegno di collaborazione tra associazioni di categoria é fondamentale “ ha ricordato il presidente di Confindustria Fermo Silvano Lattanzi “ al fine di utilizzare al meglio queste risorse. E’ importante che le eccellenze di questo territorio siano conosciute anche in ambito nazionale ed internazionale ed occorre ci siano più rappresentanti politici di questi territorio a livello parlamentare. Pierluigi Bernabei, consigliere del comune di Amandola ed esperto economico dello stesso ente, ha illustrato un progetto per il Fesr che coinvolge 10 comuni. Umberto Marconi, presidente Cosif, ha annunciato l’impegno massimo del Consorzio nell’attuare sinergie per l’utilizzo dei Fondi Europei. Inoltre é stato illustrato un progetto innovativo di geotermia nelle scuole di Montefortino col sindaco Lando Siliquini, Emanuele Kardos geologo esperto in geotermia ed Antonello Bernabei ingegnere termodinamico. Amandola “ Questi nuovi Fondi Europei 2007/13 rappresentano una grande opportunità  per le imprese, per gli enti pubblici ma soprattutto possono dare un impulso a tutto il territorio montano, come ad altri. A sostenerlo con convinzione é Sandro Coltrinari, amandolese, presidente della Cna di Fermo.FRANCESCO MASSI, corriere adriatico

articolo visualizzato 971 volte
Inserito da Redazione Amandola.com il 28-01-2008

COMMENTI

Nessun commento all'articolo.

Lascia un commento

  • Anto: Tanto per rompere:- A Ennio. E’ rtivelao cic3b2 che i viventi percepiscono come bene...
  • natural health: Having read this I believed it was extremely informative. I appreciate you...
  • www.thefocc.com: Right here is the perfect website for anyone who wants to find out about this...
  • 5:2 Fast Formula Review: When some one searches for his necessary thing, so he/she wishes to be...
  • do diet patches work: I know this if off topic but I’m looking into starting my own blog...
  • セリーヌ ラゲージ: Magic toned diy and studs quality this bag. You will unearth raised logo discs inside...
  • buy instagram followers: When I originally commented I clicked the “Notify me when new...
  • short game instruction: I am sure this piece of writing has touched all the internet users, its...
  • Sim City 5 Key: Hello there, You’ve done an excellent job. I will certainly digg it and...
  • Caterina: Ho avuto l’onore di essere stata studentessa presso l’ospedale di Camerino...